Trovare il proprio stile: conoscersi e imparare a conoscere la moda

come trovare il proprio stile

Riuscire a capire quale sia effettivamente il proprio stile, non è cosa da poco.
Possiamo prendere ispirazione da riviste, pubblicità, passerelle di moda e dalle nostre tanto amate celebrità, ma non sempre tutto questo riesce a definirci.
Per riuscire a dare una direzione corretta al nostro stile, per avere coerenza con il nostro gusto e sentirci sempre belle, al top e a nostro agio nei panni che indossiamo, non è sufficiente “scopiazzare” qualcun’altro.
Dobbiamo, prima di tutto, capire noi stesse, come siamo fatte, quello che ci piace e quello che proprio non indosseremmo mai, nemmeno sotto tortura.
Il primo step quindi, per definire il nostro stile, è sapere come siamo fatte e cosa ci piace, ma non è abbastanza.
Inutile dire che è necessaria anche una conoscenza dell’argomento che andremo a trattare e studiare. La moda non è solo un capriccio, ma un attento e meticoloso studio, nel quale l’importante è rimanere sempre aggiornati.
Quindi, saper riconoscere un tessuto, piuttosto che uno stile da un altro, diventa di primaria importanza. Ma andiamo per gradi.

come trovare il proprio stile

Definisci le tue forme

Come abbiamo detto, è necessario imparare a riconoscere la forma del proprio corpo. Osserviamoci qualche minuto davanti allo specchio e cerchiamo di essere il più oneste e obiettive possibile.
Abbiamo la caratteristica silhouette a pera? Siamo le tipiche donne Mela, più rotonde sulla pancia? Le nostre curve formano una sinuosa clessidra? Insomma iniziamo a definire le nostre curve.

I colori che ci appartengono e le peculiarità che ci distinguono

Bene, fatto il primo passo, passiamo adesso all’analisi dei colori. Impariamo a capire bene quali sono le tonalità che meglio si accostano al nostro incarnato. Inutile essersi fissate con le tonalità fluo, piuttosto che con i colori pastello, se queste non ci donano. Non sempre quelle che ci piace è veramente quello che ci dona.
Inoltre è importante scegliere un tratto distintivo che caratterizzi il nostro stile. Un esempio, dal quale trarre ispirazione, può essere rappresentato dalle perle di Chanel, come dagli abiti bon ton per Kate Middleton. Individuiamo uno o più particolari che ci distinguano e facciano di un qualunque stile, il NOSTRO STILE DISTINTIVO.

L’onestà paga

Ok, abbiamo capito a quale forma apparteniamo. Abbiamo individuato i colori adatti al nostro incarnato e abbiamo scelto un tratto distintivo. Adesso torniamo con i piedi per terra e siamo oneste con noi stesse. Non compriamo abiti che non indosseremo mai e nei quali proprio non ci riscontriamo.
É vero, possono essere bellissimi, unici, da sogno, ma se non ci “appartengono” e non sono veramente in linea con noi stesse, finiremo per comprare qualcosa che non indosseremo mai. Bando alle ipocrisie, e scegliamo sempre capi di abbigliamento che ci rispecchino veramente.
Possono comunque trovare ispirazione sia sul web che sulle riviste di moda. Teniamo sempre a portata di mano qualche immagine di quei look che ci hanno colpito più di altri e prendiamo esempio da loro.

Impariamo a dire NO

Facciamo un esame di coscienza e con il cuore in mano, ammettiamo sinceramente che esistono molti capi che, mai e poi mai, vorremmo indossare.
Ognuno ha i suoi gusti e questo significa praticamente che, anche se le più famose fashion blogger indossano lo stesso capo di abbigliamento, non vuol dire che anche noi dobbiamo fare lo stesso se non ci piace. Diversificarsi è la parola d’ordine e la distinzione la si fa con i propri gusti, non dimenticando mai qualche regola base.

Ripuliamo l’armadio

Il numero massimo di capi di abbigliamento che dovremmo avere per un guardaroba perfetto, è 50!
Questo significa che ogni 6 mesi circa, ci dobbiamo rimboccare le maniche e procedere ad una selezione e ad una pulizia totale del nostro armadio.
É inutile conservare ancora i vestiti di quando avevi 18 anni se oggi sei un’affermata quarantenne di successo.
Come è inutile tenere quel maglione di lana infeltrito che altro non fa che occupare spazio utili nel tuo guardaroba.
Insomma cerchiamo di avere sempre la situazione sotto controllo e il controllo dei nostri vestiti e non il contrario.

Conclusioni di stile

Alla luce di tutto quanto detto, non ci resta che analizzare il nostro stile di vita per capire quali sono i capi di abbigliamento giusti da comprare. Siamo dinamici e sempre in movimento? Siamo delle incallite pantofolaie che la sera non escono mai? Oppure siamo delle mamme che corrono dietro ai propri figli tutto il giorno?
Cerchiamo di capire che vita facciamo, per capire chi siamo e adattare il nostro stile alla nostra vita.